Sarò la tua stella di Roby Y. Calaudi: Blogtour - Dawn e Adam Conosciamo i protagonisti


Oggi il blog partecipa al Blogtour del romanzo di Roby Y. Calaudi, intitolato Sarò la tua stella. Vi parlerò dei protagonisti. Siete pronti a conoscere Dawn Anderson e Adam Backer?
Ringrazio la Genesis Publishing per la copia digitale. Grazie.
Dawn Anderson e Adam Baker non possono essere più diversi, eppure li accomuna un passato simile. Entrambi orfani, di origini coreane, vivono esperienze che segnano profondamente le loro esistenze.
Tuttavia, se Dawn sceglie la via della luce, del riscatto, dell’altruismo; Adam va nella direzione opposta, in pasto a un abisso oscuro, fatto di violenza e oblio.
I loro destini, però, si incrociano inaspettatamente: Dawn, psichiatra di professione e dedicata ad aiutare i più fragili, si ritrova a fare i conti con la diffidenza e la ritrosia di Adam, in lotta per uscire da una prepotente dipendenza. Questo, però, è solo l’inizio…
I due giovani combatteranno fianco a fianco per smascherare gli orribili crimini perpetrati nell’Istituto che li ha ospitati durante la loro infanzia. Dovranno fare i conti con i demoni del loro passato per salvare la vita di piccoli innocenti, col rischio di rimanerne vittima.
Tra alleanze improbabili e diversi misteri da svelare, Dawn e Adam scopriranno cosa significa appartenersi al di là di ogni pregiudizio ma, soprattutto, avranno l’occasione di raggiungere la serenità e la pace che mai hanno davvero sperimentato. Ci riusciranno insieme?
Sarò la tua stella è un viaggio nei corridoi più oscuri dell’anima umana. Vi mostrerà come seguire il barlume di luce in fondo al tunnel, con la consapevolezza che l’Amore è l’arma più potente di tutte

Nome: Dawn
Cognome: Anderson
Età: 25 anni
Professione: Psichiatra
Origini: Coreane
Occhi: Neri a mandorla
Capelli: Castani, hanno lo stesso colore della cioccolata fondente e sono soffici (almeno secondo il parere di Adam).
Altezza: Dawn è minuta, ma nonostante la statura raramente si concede di indossare dei tacchi. Preferisce le scarpe comode.
Famiglia: Dawn è cresciuta in un istituto per orfani. 
Segni particolari: un enorme altruismo che la spinge a volersi occupare dei casi più difficili e disperati anche a costo di rischiare la propria vita o a mettersi in situazioni difficili.
Odia il contatto fisico. 

Dawn Anderson è una bellissima e minuta ragazza di venticinque anni. Di origini coreane, è cresciuta in un istituto per orfani dove ha subito non pochi soprusi dalla direttrice. Questi abusi hanno determinato il suo odio per i contatti fisici in cui non è lei ad avere una posizione di controllo. Una volta diventata psichiatra ha deciso di lavorare nell'istituto in cui è cresciuta per poter aiutare i bambini che stanno vivendo un'infanzia simile alla sua.
Si è laureata con il massimo dei voti, ha accumulato due anni di esperienza e di tirocini, diventando anche uno degli esperti a cui fanno riferimento le Corti. Collabora con un centro di recupero per la riabilitazione delle persone dipendenti da alcol e droghe. Dawn è sempre pronta ad aiutare chi è in difficoltà, agendo d'istinto e rischiando di mettere sé stessa in pericolo. Crea un rapporto di profonda empatia con i pazienti, che non considera mai dei casi disperati. Pur di aiutare è disposta a fermarsi in ufficio ben oltre l'orario di lavoro e spesso ha nella borsa il materiale necessario per medicare chi ne ha bisogno.
Il dolore provato in passato l'ha spinta a prendersi cura del prossimo, ad aiutare.


Nome: Adam
Cognome: Backer
Età:28 anni
Professione: appartiene a una banda di criminali e ha lavorato come corriere nello spaccio della droga.
Origini: coreane
Occhi: Scuri, profondi come pozzi e a mandorla.
Capelli: Neri.
Altezza: Adam è alto e slanciato.
Famiglia: I genitori biologici sono sconosciuti. Dato in affidamento ai coniugi Miller a otto anni, fugge all'età di dodici anni, facendo perdere le sue tracce fino all'arresto per detenzione di sostanze stupefacenti, avvenuto quando Adam ormai aveva 28 anni.
Segni particolari: incredibilmente agile, sa saltellare tra i tetti come un supereroe ed è bravissimo a scomparire facendo perdere le proprie tracce.
Ha i lineamenti scolpiti, o almeno questo è il parere di Dawn.

Adam Backer è in un centro di disintossicazione perché è stato condannato per detenzione di sostanze stupefacenti, ma visto che è privo di precedenti, la pena in carcere è stata sostituita dal percorso di disintossicazione. Percorso non facile, visto che, per evadere e per cercare la libertà, il ragazzo ha mescolato per tanto tempo l'eroina alla cocaina. Lo considerano tutti un caso disperato, tutti tranne lei… La dottoressa Anderson. Lo vediamo soffrire a causa delle crisi d'astinenza.
Ma cosa ha reso Adam il criminale tossicodipendente che troviamo all'inizio del romanzo? 
Non si hanno notizie della sua famiglia d'origine, sappiamo solo che è cresciuto in un istituto per orfani e che all'età di otto anni è stato dato in affidamento a George e Heather Miller. Fuggito a dodici anni dalla casa dei genitori affidatari, è finito all'interno di una banda criminale che lo ha iniziato allo spaccio e all'abuso di droghe.
Adam sa muoversi con agilità e fare perdere le proprie tracce come un fantasma, al punto che non solo è sfuggito alla legge per molto tempo, ma di fatto non si sa nulla della vita che ha condotto dai dodici ai ventotto anni.
Odia anche lui il contatto fisico. Le violenze subite in tenera età lo hanno reso pieno di rabbia e piuttosto violento. L'incontro con Dawn lo porterà verso un cambiamento? 

Vi consiglio di leggere e gustare tutte le tappe del nostro Blogtour.


Commenti

  1. Che bella questa tappa Silvia! Mi è piaciuta molto anche se non avevo dubbi che l'avresti scritta benissimo riuscendo a centrare perfettamente questi due personaggi così ricchi di tante cose

    RispondiElimina
  2. Grazie mille per il bellissimo articolo :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La ragazza di Venezia di Siobhan Daiko - Recensione: Review Tour

Quando la forza supera il dolore di Houda Ameur: Recensione